Federico Fiori Chirurgia Plastica Estetica

TFOxy

Negli ultimi anni la medicina estetica ha usufruito di 3 grandi novità nel perseguire i tanto ambiti risultati nelle terapie di ringiovanimento cutaneo. Oggi Il protocollo più efficace prevede l’associazione di questi 3 elementi, sinergizzati per ottenere il miglior risultato possibile.

1)Laser Frazionale

Ormai da anni i laser sono uno strumento indispensabile anche nella moderna medicina e chirurgia estetica, e vengono utilizzati per molteplici patologie e per correggere i più importanti segni dell’invecchiamento cutaneo, e cioè le rughe. Ma non solo, le cicatrici da acne, le lesioni pigmentate, foto e cronoaging a livello di texture e luminosità cutanea, sono tutte condizioni che si giovano di trattamento con tecnologia laser.
Negli ultimi anni si sono diffusi laser di nuova concezione, i laser frazionali. Il concetto è abbastanza semplice. In pratica anzichè danneggiare il tessuto in maniera omogenea si pratica un danno frazionalizzato che lascia integri dei ponti di tessuto, i quali innescano un immediato processo di guarigione. In pratica in uno spot di 1 cm viene colpita una percentuale del 20% circa del tessuto bersaglio con microspot di 100 micron di diametro. Questo concetto minimizza il down time (solo lieve rossore e immediato ritorno alle normali attendente), elimina il dolore, elimina i rischi di cicatrizzazione e discromia.

La più recente apparecchiatura si chiama Thermofractionalase (TFL), e sfrutta la sinergia di 2 sorgenti laser, una a1540 nm in grado di provocare sulla cute dei microfoni di 100 micron di diametro, l’altra da 980 nm, in grado di penetrare più profondamente vaporizzando il tessuto e stimolando la produzione di neocollagene ed elastina.
Questo laser determina una coagulazione non ablativa con microesfoliazione a livello dell’epidermide ed un danno termico profondo che provoca uno shrinkage delle fibre, la successiva proliferazione tissutale per il reclutamento di fibroblasti con conseguente formazione di fibre collagene ed elastiche. La tecnologia in questo apparecchio è d’avanguardia, e sfrutta ben 2 diodi di cui uno “pumped” a 1540 nm e l’altro, a 980 nm, inserito nello speciale manipolo. Unico nel suo genere, questo laser utilizza per la frazionalizzazione del raggio uno speciale software estremamente complesso che impedisce la dispersione della potenza (come invece accade nella frazionalizzazione con lenti in alcuni apparecchi), ed essendo di piccolissime dimensioni ( non incorpora uno scanner per la frazionalizzazione come altre apparecchiature) consente una precisione impeccabile

2) Ossigeno Iperbarico

L’Ossigeno iperbarico rappresenta una grande innovazione per la sua capacità di stimolare il microcircolo e per la possibilità di veicolare principi attivi in maniera non invasiva.
Lo stimolo del microcircolo è una nota realtà nel campo della medicina iperbarica. Tuttavia l’utilizzo delle camere iperbariche viene riservato a pazienti con patologie cutanee importanti quali ulcere trofiche, diabetiche, ustioni etc. Nel nostro protocollo facciamo precedere al trattamento con Ossigeno Iperbarico il trattamento con laser frazionale, in grado -oltre all’azione propria delle lunghezze d’onda- di creare le condizioni migliori per una reale ed efficace penetrazione dell’Ossigeno e di quanto esso veicola.
Il Laser Frazionale pertanto oltre alla sua propria azione amplifica enormemente l’azione dell’ossigeno iperbarico.

3)Cellule Staminali Vegetali

Le cellule staminali di origine vegetale sono il principio attivo più innovativo nel trattamento della rigenerazione dell’epidermide. Uno studio clinico su volontari ha dimostrato che un estratto di cellule staminali di Uttwiler Spatlauber, una rara pianta che cresce in Svizzera nota per le sue eccezionali capacità di stoccaggio senza avvizzimento, influenza positivamente le cellule basali dell’epidermide in termini di vitalità e resistenza nei confronti di senescenza e apoptosi. L’estratto di cellule staminali vegetali promuove la rigenerazione cutanea e dei capelli, e ritarda la comparsa dei segni dell’invecchiamento.

Il Protocollo prevede – Laser Frazionale TFL – Ossigeno Iperbarico con veicolazione di Cellule Staminali Vegetali e Acido Ialuronico e Octapeptide e si conclude con una maschera a base di ialuronico e vitamine posata per 5-8 minuti respirando Ossigeno puro.

medico

Per il costo della procedura rivolgersi in Segreteria

Pre/Post

Testimonianze

  • La mia valutazione di un percorso personale e famigliare acquisito in una decina d’anni, è ottima ; sia per piccoli interventi chirurgici e trattamenti di medicina estetica.I consigli per approcciarsi alle terapie personalizzate , sono mirati e sicuri dell’efficacia che si andrà ad ottenere. il tutto risulta molto soddisfacente sia per sia per la qualità dei prodotti utilizzati per le terapie , sia a livello emotivo con affidabilità e tranquillità che tutti danno all’interno dello studio.L.S.
POST RECENTI

Migliore chirurgo plastico Milano

Il Dott. Federico Fiori (Migliore chirurgo plastico Milano) nasce a Milano il giorno 11 settembre 1968. Medico Chirurgo, Specialista in Chirurgia Generale, opera da anni nel campo della Chirurgia Plastica e Medicina Estetica.  Dal 1996 ad oggi dirige l’attività di […]

Miglior chirurgo per mastoplastica additiva a Milano

In questi ultimi anni, stiamo assistendo ad un aumento costante di donne di qualsiasi età che decidono di rivolgersi a Miglior chirurgo per mastoplastica additiva Milano per aumentare o rimodellare il proprio seno. Generalmente, ricorrono a questo tipo di intervento tutte le […]

FORM DI CONTATTO
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

CONTATTI
Galleria del Corso, 4
20100 Milano

Per informazioni:
Tel. 0276021568
Fax 02795742
Federico Fiori | © Copyright 2013. Tutti i diritti riservati. - Posizionamento a cura di Solution Group Communication
Websonica Agenzia Web Marketingpowered by Websonica